Farmaci illeciti ai bovini per produrre più latte, blitz dei Nas in Nord Italia

CREMONA – Sgominato un vasto traffico di farmaci illeciti da somministrare ai bovini per aumentare la produzione di latte. Dalle prime ore di questa mattina, oltre 100 carabinieri dei Nas e dell’Arma territoriale stanno dando esecuzione a19 decreti di perquisizione in 10 province del Nord Italia. I provvedimenti, emessi dal sostituto procuratore di Brescia Ambrogio Cassiani, fanno seguito a un’operazione conclusa lo scorso ottobre dal Nas di Cremona, che aveva portato alla luce un giro di somatotropina bovina triangolata da Paesi extra europei, venduta in flaconi e siringhe insieme ad altri farmaci veterinari provenienti dal mercato nero e irregolarmente introdotti in Italia, che servivano a far aumentare fino al 20% la produzione di latte del bestiame trattato . In quella occasione, era stato eseguito anche un fermo di indiziato di delitto nei confronti di un veterinario che, insieme ad altri professionisti del settore zootecnico, era stato trovato in possesso di una quantità ingente di farmaci privi di registrazione e autorizzazione all’immissione in commercio. Le perquisizioni odierne, eseguite all’interno di aziende commerciali, stalle e allevamenti delle province di Cremona, Pavia, Brescia, Milano, Asti, Torino, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Modena, puntano a rintracciare ulteriori partite di farmaci illeciti che si aggiungono ai precedenti sequestri di 16 allevamenti, di oltre 4000 capi di bestiame, 55 chilogrammi di farmaci illegali e a 80mila litri di latte sottoposti a vincolo sanitario.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online