Scoperta casa del sesso, due rumene e due italiani nei guai

MERCOGLIANO- I carabinieri della Stazione di Mercogliano hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Avellino quattro persone in quanto ritenute responsabili di aver avviato una casa di prostituzione. Da alcuni giorni  i militari avevano intuito che in un’abitazione sita nella periferia del paese potesse celarsi qualche segreto potenzialmente sospetto. Di lì la decisione di porre sotto osservazione la casa e notare quell’insolito e continuo via vai di uomini soli che generalmente caratterizza e contraddistingue le case a luci rosse.  Nello sviluppo delle indagini i militari hanno proceduto all’identificazione di alcuni avventori che non hanno potuto che confermare…

Quando, decisi ad intervenire, i carabinieri sono entrati con uno stratagemma all’interno dello stabile, vi hanno riscontrato la effettiva presenza di due donne, una 36enne ed una 33enne entrambe di nazionalità romena, che si prostituivano. I successivi accertamenti investigativi scaturiti dalle evidenze raccolte, hanno consentito ai militari di faremergere responsabilità a carico di due uomini originari dell’hinterland vesuviano i quali, avendo la comproprietà dell’immobile, lo avevano ceduto in uso alle due giovani donne tollerando che all’interno si prostituissero.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online