Cicciano, tentano di truffare anziana ma la donna non ci casca: è caccia ai malfattori

CICCIANO-(di Saverio Quatrano)  Le truffe, come gli esami, non finiscono mai e bisogna stare sempre attenti al disonesto di turno. In questi giorni nel Nolano è scattato l’allarme “truffa dell’assegno”e giovedi mattina due truffatori hanno provato a far cadere nel tranello una signora di Cicciano. Due signori, vestiti in maniera distinta, hanno fermato una  settantenne nei pressi di piazza Mazzini a Cicciano. I due hanno avvicinato la signora con l’intento di farle credere che il nipote aveva acquistato da loro un pc del valore di 2000 euro, ma il tutto all’insaputa della madre del nipote: “Signora,  vostro nipote ha comprato il computer che vale 2mila euro, ma ha solo 500 euro per pagarlo e ci ha chiesto di venire da voi per farci dare i restanti 1500 euro. E’ un regalo che vuole fare alla ragazza, non vuole far saper nulla alla madre e ci ha chiesto di rivolgerci alla zia per il pagamento”. Naturalmente i malfattori sapevano esattamente il nome di battesimo del nipote e per convincere l’anziana della loro buona fede hanno simulato una chiamata al nipote, che in realtà era un loro terzo complice. La donna, per sua fortuna, ha riconosciuto che la voce al telefono non era quella del giovane congiunto ed è riuscita ad evitare il raggiro. Non era facile “sgamare” il tranello, anche perché il nipote della signora, si è poi scoperto, qualche giorno fa ha davvero comprato un computer. Motivo in più per credere che la truffa era stata architettata e progettata nei minimi particolari.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online