Omicidio stradale, croci bianche e rabbia in piazza Plebiscito

ROCCARAINOLA- Uniti per chiedere che le morti su strada ricevano giustizia. Uniti per ottenere una legge che definisca certi incidenti per quello che sono: degli omicidi. I parenti delle vittime della strada continuano la loro battaglia per la legge sull’omicidio stradale e lo fanno annunciando una protesta eclatante. Saranno a piazza Plebiscito a Napoli portando con loro una croce bianca e la foto dei loro cari uccisi da automobilisti poi scampati alla mite giustizia che punisce con pene ancora troppo blande.

Martedì 21 aprile prossimo, alle ore 18, quando scadranno i termini per la presentazione di emendamenti al testo unificato sull'”omicidio stradale”, adottato dalla Commissione Giustizia del Senato il 24 marzo 2015, queste associazioni saranno in piazza.  Tra esse anche “L’incontro” di Roccarainola. Il 21 aprile terranno un presidio dinanzi la Prefettura di Napoli. Nel corso del sit in saranno esibite delle croci bianche con i ritratti dei congiunti morti in incidenti stradali e i componenti le associazioni si incateneranno simbolicamente “per significare la prigione del dolore” in cui molti dopo la drammatica fine di un loro caro sono costretti a vivere. Il 19 aprile si svolgerà invece una giornata di sensibilizzazione attraverso il volantinaggio a piazza San Vitale a Napoli.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online