Seconda Categoria, Fornaro (Rione Fellino): abbiamo dominato la capolista

Luigi Fornaro, doppietta nel big match

Luigi Fornaro, doppietta nel big match

CASAMARCIANO (Salvatore Ioime) – Il Rione Fellino sbanca Casamarciano. Uno dei protagonisti della partita è Luigi Fornaro, autore di una doppietta personale. L’esterno di De Sarno apre e chiude le marcature con un autentico capolavoro: il suo marchio di fabbrica è il tiro da fuori. La gioia è tanta in casa Fellino.

Vincere in casa della capolista e segnare una doppietta. Che sapore ha?

“E’ una bella sensazione. Qualcosa di quasi indescrivibile. Ero carico questo mi ha aiutato tantissimo Mi sentivo bene e l’ho dimostrato. Era una partita da giocare con grande intelligenza senza alcuna sbavatura e i gol ne sono stato un esempio limpido. Vincere con la capolista dominando in lungo e in largo ha un sapore stupendo ma soprattutto di rivincita per me dopo il match dell’andata”.

La partita era molto sentita e seguita da ambo le parti. Hai percepito tensione alla vigilia della gara da parte dei tuoi compagni?

“Penso che abbiamo affrontato questa settimana come tutte le altre con lo stesso spirito di sempre e lavorando duramente senza disattenzioni. Ammetto che è stata una partita caricata sin dall’inizio ed è così perché siamo nelle ultime battute di campionato. Ma noi ridendo e scherzandoci su abbiamo saputo mantenere ottimamente la concentrazione sfruttando questo tensione a nostro favore. Ci ha fatto bene visto il risultato”.

La seconda rete è un capolavoro. E l’esultanza liberatoria a chi era dedicata?

“Avrei voluto rivederlo. Tutti mi hanno detto che ho fatto un gran gol mi sono arrivati tanti complimenti anche dalla tribuna. È uno dei miei colpi migliori e dovevo metterlo a segno soprattutto per il gol preso 30 secondi prima. Ci tengo a sottolineare che sul primo gol la dedica va ad una persona stupenda un mio amico di squadra Felipe Nappi che non ha trascorso una serena settimana per una grave perdita familiare. Quando venerdì ho saputo che sarebbe stato del match il primo pensiero è stato che se avessi segnato, sarei corso ad abbracciarlo convinto che tutto il gruppo mi avrebbe seguito. È così è stato. L’esultanza del secondo gol non ha un destinatario specifico però la vorrei dedicare a tutte quelle persone che ci seguono dall’inizio e che sono con noi ogni partita pronti ad invitarci ecco il motivo per il quale sono venuto sotto la curva anche per scaricare un po’ di emozione da condividere con i nostri tifosi. Nel complesso voglio però dedicare la mia prestazione ad un amico che non era presente alla partita per problemi di salute”.

Undici reti è il tuo bottino stagionale. Pensi a vincere la classifica marcatori del tuo girone?

Penso a fare bene e ad aiutare la squadra non mi pongo obiettivi. Se si presentasse l’occasione cercherò di coglierla al volo. Il pensierino l’ho fatto già, ma vivo alla giornata quindi non faccio programmi. Ho ancora 4 partite da giocare e voglio fare bene. Gli infortuni e qualche piccolo acciacco mi hanno fatto saltare parte del girone di andata e qualche partita nel girone di ritorno ma ora sono lì. Sognare è lecito ma ora voglio solo fare bene e continuare ad allungare la striscia di vittorie”.

Mister De Sarno ti cambia continuamente posizione. Esterno a destra o dietro la prima punta sulla trequarti nel 4-2-3-1. Quale ruolo prediligi? Non ho preferenze. Io nasco come esterno destro, ma quest’anno grazie all’aiuto e ai consigli del mister ho cambiato molte volte posizione regalando gol alla squadra e buone prestazione anche da trequartista. Mi trovo benissimo con Amirante, D’Avanzo e Trocchia. Sono ottimi compagni di reparto ognuno con specifiche qualità. Ci aiutiamo a vicenda e il mister ha trovato il modo di farci giocare insieme.Sarei disposto a giocare ovunque sono sempre pronto a sacrificarmi.

Dove arriverà il Rione Fellino?

Non ti nascondo che siamo lì la classifica parla chiaro. Siamo imbattuti nel girone di ritorno veniamo da 11 risultati positivi di fila. Molti punti persi ci impediscono di pensare in grande. Il Casamarciano ha creato un ottimo vantaggio e nonostante la vittoria ha sempre un piccolo ma buon margine e con 4 gare alla fine è dura diciamo quasi impossibile. L’obiettivo dei play off all inizio non era minimamente nei nostri pensieri, ma con grande spirito di sacrificio da parte di tutti e tanta umiltà siamo in piena corsa e lotteremo e sputeremo sangue fino all ultima giornata. Poi una volta alla fine tireremo le somme e vedremo”.

Il tuo rapporto con il mister e con la squadra. Si è creata una vera e propria alchimia di gruppo: è questo il vostro segreto?

“Con il mister ho un ottimo rapporto. Ho modo di confrontarmi sempre e lui sempre a darmi spiegazioni e consigli utili per fare bene. Mi ha aiutato tantissimo per me è stato un ulteriore percorso di crescita. Il gruppo è il segreto del nostro successo: chi vive da fuori non potrebbe mai capire l’amicizia che ci unisce . Siamo una vera e propria famiglia tutti pronti ad aiutarci nei momenti di difficoltà. Questo sempre grazie al mister che ha saputo mettere insieme questo “giocattolo” che funziona alla perfezione: un mix di esperienza e tanta voglia di fare bene. Penso che siano questi motivi la chiave ideale per il successo di ogni squadra: rispetto reciproco e una forte amicizia fanno di questa squadra un gruppo unito e compatto”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online