Stupro di gruppo al colloquio di lavoro, arrestati in 5

BENEVENTO — Violentata da cinque persone in un’abitazione dove era stata convocata per sostenere un colloquio di lavoro: la vicenda si è consumata nella tranquilla cittadina di Cusano Mutri, in provincia di Benevento. A finire con l’inganno nelle grinfie degli aguzzini è stata una giovane estetista napoletana di 31 anni. La vittima ha denunciato tutto ai carabinieri che oggi hanno arrestato cinque persone ritenute colpevoli degli abusi. Altre due sono state denunciate. Gli indagati, finiti ai domiciliari, saranno interrogati lunedì prossimo dal sostituto procuratore che conduce le indagini. La giovane donna ha raccontato di essere stata violentata all’interno di un locale a Cusano Mutri dove era stata convocata per un colloquio di lavoro da un uomo di 70 anni, suo conoscente. Una volta nell’abitazione è stata però aggredita da quattro giovani, di età tra compresa tra i 27 e i 35 anni, mentre altri due aspettavano nel piano sottostante. «Appena mi hanno aperto la porta – ha raccontato la vittima degli abusi ai militari – ho intuito che c’era qualcosa di strano ma era già troppo tardi. Quattro uomini mi hanno portato al piano superiore e mi hanno violentata in una camera da letto, mentre altri due sono rimasti giù. Appena mi sono ripresa ho iniziato a urlare e a quel punto è scattato il fuggi fuggi…». La vittima ha riferito di essere stata incapace di reagire «perché inorridita, bloccata psicologicamente e completamente pietrificata». Solo dopo pochi, terribili minuti ha avuto la forza di gridare e sottrarsi ai violentatori. La reazione della vittima ha messo in fuga tutti gli uomini che prima di uscire dall’abitazione le hanno rubato tutti i soldi che aveva nel giubbino. Subito dopo la denuncia, presentata la sera di giovedì scorso, sono scattate le indagini, coordinate dalla compagnia dei carabinieri di Cerreto Sannita, guidata dal capitano Alfredo Zerella. I carabinieri, nel giro di poche ore, hanno individuato, rintracciato e arrestato tutto il branco: il proprietario dell’abitazione, di Cusano Mutri, e quattro giovani di età compresa tra i 24 e 36 anni di cui uno originario di Cusano Mutri e tre della provincia di Caserta (Sant’Angelo d’Alife, Baia e Latina e Alife). Altri due giovani, sempre del Casertano, sono stati denunciati per lo stesso reato. La vittima, invece, è stata accompagnata e sottoposta ad accertamenti e cure nell’ospedale Fatebenefratelli di Benevento. (ansa)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online