Ossa dei morti nelle cassette di frutta, scatta sequestro al cimitero di Nola

NOLA- Sigilli al cimitero di Nola. Gi agenti del Commissariato di polizia cittadino dopo un blitz effettuato ieri pomeriggio hanno posto sotto sequestro un’area del camposanto, quella adibita all’espletamento delle operazioni di esumazione dei cadaveri. I poliziotti sono intervenuti insieme al personale dell’Asl ed hanno constatato ‘l’insalubrità dell’ambiente’ in cui lavoravano gli operai del Comune addetti ai servizi cimiteriali. Diverse le contestazioni sollevate da polizia ed Asl, in primo luogo sulla mancanza di sicurezza da parte dei lavoratori nello svolgimento delle delicate e pericolose attività di esumazione. Inoltre, ed è questo un dettaglio macabro e grottesco, le ossa dei corpi esumati venivano lavate e deposte in cassette di frutta. Di conseguenza è scattato il sequestro penale dell’area (e non dell’intero cimitero) e il trasferimento degli atti in Procura.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online