Prende a calci e pugni la madre per 200 euro, arrestato

ACERRA – I carabinieri della locale stazione hanno arrestato estorsione aggravata un 43enne. L’uomo è stato bloccato nell’abitazione della madre 66enne mentre tentava la fuga immediatamente dopo averla picchiata a calci e pugni, costringendola a consegnargli 200 euro in denaro contante. La vittima non ha voluto ricorrere a cure mediche. L’arrestato è al carcere di Poggioreale.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online