Caso Yara, Massimo Bossetti tenta il suicidio in carcere

BERGAMO  – Massimo Bossetti, il muratore di Mapello imputato per il delitto di Yara Gambirasio, avrebbe tentato di suicidarsi nel carcere di Bergamo, dove è rinchiuso da oltre un anno, ma sarebbe stato fermato da un agente penitenziario tempestivamente. L’episodio risale a sabato scorso, il giorno successivo alla prima udienza del processo, e sarebbe stato raccontato dalla moglie a uno dei legali, che in seguito a confermato l’accaduto. Il legale è in attesa di una relazione da parte dell’amministrazione dell’Istituto penitenziario. Il gesto sarebbe stato determinato da un momento di debolezza scaturito dalle ultime vicende accadute nel corso dell’udienza. (adnkronos)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com