Affittano casa a Camerota ma…non esiste: famiglia di Nola truffata

NOLA- Volevano trascorrere una settimana di ferie nella perla del Cilento. La loro casa, però, così ncome la caparra che avevano versato per l’affitto, non esisteva. E così una famiglia di Nola è dovuto restare mestamente in città, alla ricerca di una nuova meta. Stavolta reale, per le sue vacanze. La storia, una delle tante e che stavolta colpisce una famiglia nolana, è raccontata dal Mattino. Le persone coinvolte nel raggiro avevano prenotato una casa vacanze a Marina di Camerota dove avrebbero dovuto trascorrere una settimana. La casa giusta, quella adatta alle esigenze di tutti e vicina al mare, l’hanno trovata su un sito di annunci on line, subito.it. Ma un po’ prima di fare le valigie e partire per il Cilento, hanno capito di essere caduti in una trappola vera e propria. Sul web l’annuncio era scomparso, i numeri di telefono cui avevano chiamato per le prenotazioni non risultavano più esistenti e la caparra (180 euro inviati con un bonifico su un conto corrente come acconto per 600 euro totali) sono ‘scomparsi’ come l’abitazione. Una frode vera e propria, scoperta prima di arrivare a Marina di Camerota ma che ha comunque lasciato l’amaro in bocca ai mancati villeggianti.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online