Tufino

Caso 15 lavoratori stabilizzati a Tufino, Corte dei Conti: danno erariale, da restituire 400mila euro al Comune

TUFINO (Nello Lauro Il Mattino) – Un danno erariale da oltre 400mila euro. E’ quello calcolato dalla Corte dei Conti per 19 persone tra ex amministratori, ex dirigenti e responsabili di procedimento del comune di Tufino (tra cui l’ex sindaco Carlo Ferone, attuale consigliere comunale di opposizione). La causa di quello che potrebbe essere un clamoroso risarcimento è da addebitare alla stabilizzazione di 15 dipendenti comunali nel triennio 2009/2011. Provvedimento poi annullato in autotutela dall’amministrazione guidata dal sindaco Antonio Mascolo, confermato dal Tribunale di Nola (sezione lavoro) e poi anche dai giudici del Tar che hanno rigettato i ricorsi degli ex stabilizzati e definito illegittime le assunzioni fatte dall’amministrazione per il quale il Comune avrebbe dovutobandire un concorso pubblico con quota di riserva a favore del personale da stabilizzare, e non provvedere allacopertura dei posti attraverso misure di stabilizzazione. Gli stipendi versati agli stabilizzati per la Corte dei Conti “costituiscono danno erariale, che dovrà essere risarcito a titolo di dolo da tutti gli amministratori e funzionaricomunali”. In particolare – scrive la Corte dei Conti – “le delibere di giunta vanno considerate come facentiparte di un unico contesto riguardante l’intero danno erariale, pari ad euro 404.579,47, e pertanto di questodovranno rispondere in solido il sindaco ed i consiglieri che hanno espresso il parere favorevole, nonché ilsegretario comunale ed i responsabili di settore che hanno proposto i relativi provvedimenti o hannoespresso parere favorevole, ed infine gli organi di controllo che non hanno tempestivamente stigmatizzatol’illegalità di tali delibere”. Le 19 persone coinvolte hanno 30 giorni di tempo per proporre deduzioni.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online