L’allarme dei vulcanologi: Vesuvio pronto a nuova eruzione

NAPOLI- Giuseppe Matrolorenzo e Lucia Pappalardo, due vulcanologi italiani, lanciano l’allarme: dopo 71 anni di inattività, il Vesuvio potrebbe eruttare di nuovo. Lo studio, pubblicato sulla rivista “Nature”, parla di quanto sia instabile la situazione all’interno del vulcano che domina il Golfo di Napoli e spiega che una sacca magmatica sita ad una profondità di 10 chilometri fra il Vesuvio e i Campi Flegrei potrebbe risalire in superficie, scatenandol’eruzione tanto temuta. Ora la priorità è stilare un piano di emergenza per poter affrontare l’eventuaità di una nuova eruzione del vulcano, dato che alle pendici di questo si trova un’area altamente a rischio dove vivono oltre tre milioni di persone. Il fenomeno potrebbe verificarsi nel giro di qualche decennio e a confermare le preoccupazionii c’è la prova del sollevamento del suolo nell’area interessata di almeno 20-23 centimetri fra il 2000 e il 2012, secondo gli esperti interpellati da Sky Tg24. Inoltre, si sono verificati diversi micro terremoti, nuovi fumaroli dal Vesuvio e casi di“bradisismo flegreo”, un fenomeno di origine vulcanica che consiste in un periodico abbassamento e innalzamento del livello del suolo. (fonte Nanopress.it)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online