Medaglia a ucraino eroe: scritta offensiva su muro chiesa

CASTELLO DI CISTERNA – Una scritta sulle mura della chiesa di San Nicola a Castello di Cisterna turba la comunità nel giorno del conferimento della medaglia d’oro al valor civile alla memoria di Anatoliy Korol, da parte del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. ”Ucraina in fiamme”, la scritta ancora visibile su un muro laterale della chiesa, poco lontano dal quale, nei giorni scorsi, un’altra scritta era comparsa contro l’eroe: ”Ucraino di m…”. ”La nostra comunità è vicina ai Korol, e le scritte sono sicuramente frutto di qualche bullo, di qualche stupido che pensava di dimostrare chissà cosa”, spiega il sindaco Clemente Sorrentino. Il parroco ha subito fatto cancellare la prima scritta, per la seconda sarà questione di poche ore.
Diverso il parere di molti cittadini, i quali pensano che le scritte siano state apposte dai ”fan” dei due malviventi arrestati per la rapina e l’omicidio. Subito dopo l’arresto, infatti, molti amici virtuali di Gianluca Ianuale, il 20enne che avrebbe premuto il grilletto uccidendo Anatoliy nel tentativo di liberare il fratellastro, Marco Di Lorenzo, lasciarono messaggi su Facebook con cuori, bacetti, mentre sulle bacheche delle pagine nate contro i presunti assassini, non mancarono i commenti contro l’eroe che aveva cercato di fermare i malviventi. (ANSA).

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com