Rivoluzione SuperEnalotto, si vince anche con il 2

Arriva il ‘2’ e vincere al SuperEnalotto sarà più facile. Si tratta di una delle novità introdotte dal decreto firmato dal ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, grazie al quale, riferisce Agipronews, la percentuale di premi sul totale degli incassi passerà dal 42 al 60%. La nuova categoria di vincita, che si aggiunge alle attuali cinque (6, 5+, 5, 4 e 3, oltre all’opzione ‘Superstar’) dovrebbe garantire – secondo le simulazioni – in media tra i 3 e i 5 euro ai giocatore, consentendo così almeno il ‘rientro’ della somma investita. Sale il costo di ciascuna colonna, che passa da 0,50 a 1 euro(e la giocata minima è di una colonna, non più due) mentre scende al 28% la percentuale all’Erario (era circa al 50%) anche se – dopo un anno di ‘rodaggio’ – il nuovo SuperEnalotto dovrebbe crescere al punto di recuperare anche nuove entrate fiscali. Dopo quasi 18 anni, prosegue la nota, e la continua trasformazione del mondo dei giochi, era inevitabile che si arrivasse a una sorta di NewSuperEnalotto. I tempi per il restyling, spiega Agipronews, “non dovrebbero essere lunghi: il decreto andrà ora alla Corte dei Conti e poi all’Agenzia delle Dogane per la pubblicazione. Prima della partenza operativa serviranno altri provvedimenti dei Monopoli di Stato, mentre Sisal dovrà occuparsi nelle prossime settimane del recupero delle vecchie schedine ancora presenti nelle ricevitorie e dell’aggiornamento del software delle macchinette per l’accettazione. Entro dicembre tutto dovrebbe comunque essere pronto”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com