Camorra, spari contro la villa bunker trasformata in un maglificio da Libera

QUINDICI – Colpi di arma da fuoco sono stati esplosi la notte scorsa a Quindici contro la villa bunker confiscata al clan camorristico dei Graziano, destinata ad ospitare il “Maglificio100Quindici Passi” gestito dall’associazione Libera. L’intimidazione, che non ha causato danni, precede l’arrivo a Quindici di don Luigi Ciotti, il presidente nazionale di Libera che da anni si batte per favorire il riutilizzo dei beni confiscati ai clan. (foto sito orticalab)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com