Cicciano, ecco il nuovo istituto alberghiero

CICICIANO –  La nuova sede dell’Istituto professionale per i servizi dell’Enogastronomia e dell’Ospitalità alberghiera “Russo” di Cicciano sarà inaugurata domani, 6 ottobre, alle 11, dal sindaco metropolitano, Luigi de Magistris. Il nuovo Ipsar è articolato in un corpo di fabbrica principale per aule normali e laboratori, con due livelli fuori terra ed un piano seminterrato, utilizzato come locale tecnico. La struttura prevede al piano terra 8 aule normali, 2 laboratori multimediali (fisica e chimica), oltre al laboratorio didattico; la hall, rileva la nota, ”ha una copertura in acciaio e vetro che consente l’illuminazione naturale dell’atrio di ingresso”. ”Un ascensore, a vista, realizzato anche esso in acciaio e vetro mette in diretta comunicazione l’atrio con il piano superiore. Sempre al piano terra è presente la zona degli uffici con 7 ambienti, di cui 6 uffici amministrativi, la presidenza, l’archivio corrente a servizio degli stessi uffici, la sala professori/biblioteca”. Al piano primo sono ubicate 19 aule e 2 laboratori multimediali (aule di informatica). L’istituto è dotato di 2 cucine con annesse 2 sale di ristorazione per circa 100 posti ciascuna. Tutte le aree esterne sono state sistemate a parcheggio per auto e moto e sono presenti aree a verde e si è intervenuto anche con piantumazioni di alberi lungo i confini del lotto e nelle aree di ingresso. L’intervento ha avuto la finalità di realizzare la sede centrale ”dando così la possibilità di dismettere il fitto della sede di via Pertini nonché riconsegnare la sede succursale di Camposano (comodato d’uso comunale) e, successivamente, la sede succursale del Rione Gescal in Cicciano. Costo complessivo dell’intervento: 5 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com