Nola, gestione parcheggi all’Agenzia: arrivano rimozione e ganasce

NOLA –  Gestione parcheggi all’Agenzia Area Nolana: il consiglio comunale di Nola vota sì e spiana la strada alla risoluzione di un problema che tanti disagi ha provocato in città. Tempo pochi giorni e le aree riservate alla sosta torneranno ad essere presidiate dai parcheggiatori autorizzati mentre parallelamente proseguirà  la lotta agli abusivi messa in campo dalla polizia locale.

Il progetto: con l’affidamento in house all’Agenzia, che é una società partecipata dal Comune, il controllo sulla gestione sarà effettuato direttamente dal comandante della polizia locale a  garanzia  di efficienza ed efficacia e soprattutto di un  vantaggio economico determinato dal miglioramento delle entrate a favore del Comune. L’affidamento in house comporterà anche   il miglioramento delle aree destinate a parcheggio  che attualmente sono 23 e  che saranno rese più sicure con il potenziamento dell’illuminazione e la riqualificazione strutturale. Previsti anche i servizi per la rimozione delle auto in divieto di sosta e le ganasce per migliorare la viabilità cittadina scoraggiando comportamenti incivili.

Debiti fuori bilancio:  votato il riconoscimento dei debiti fuori bilancio che ne comporterà la legittimazione contabile e la conseguente liquidazione.  Frutto di decreti ingiuntivi, sentenze immediatamente esecutive oltre che di una cattiva gestione e programmazione delle amministrazioni precedenti per il pagamento dei debiti fuori bilancio sono stati già stanziati in bilancio 5 milioni di euro. Il tutto per evitare che gli importi dovuti crescano ulteriormente costringendo il Comune a sottrarre risorse importanti destinate alla città. Azzerati i debiti resterà l’eventuale responsabilità dei dirigenti che, in passato, li hanno contratti ed é per questo motivo che l’intera documentazione, ratificata oggi in consiglio, sarà trasmessa alla Corte dei Conti.    “L’amministrazione comunale – ha sottolineato il sindaco Geremia Biancardi – ha preferito l’affidamento in house  per porre fine ad una gestione caratterizzata da vicissitudini gravi e dannose che si sono susseguite nel tempo ai danni dell’Ente e dei lavoratori.  La scelta  dovrebbe metterci al riparo da tutto ciò che è  successo in passato, grazie soprattutto al controllo analogo demandato al comandante della polizia locale Luigi Maiello” “Per quanto riguarda i debiti fuori bilancio – ha spiegato poi il primo cittadino –  faccio notare che il loro riconoscimento nasce da un obbligo che scaturisce dalla normativa, ai sensi dell’articolo 194 del testo unico enti locali. La nostra amministrazione in un’ottica di risanamento,  già in fase di stesura del bilancio,  ha stanziato una cifra notevole,  pari a 5 milioni di euro, per legittimare contabilmente debiti che sciaguratamente alcuni  dirigenti comunali  in passato hanno effettuato senza seguire i canoni previsti dal Tuel, vale a dire  senza tener conto degli impegni di spesa oppure senza che ci fosse il capitolo in bilancio dedicato a quella spesa. Voglio solo ricordare, ad alcuni componenti dell’opposizione che hanno abbandonato l’aula al momento della discussione,  che molte cifre provengono dalle gestioni scellerate degli anni addietro”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com