Prima Categoria, Rega: Rione Fellino, difficile giocare senza stadio

SAN PAOLO BEL SITO (Saverio Quatrano) – La sconfitta negli ultimi minuti col Casamarciano nella prima giornata del campionato di prima categoria, ha lasciato l’amaro in bocca in casa Rione Fellino, che proverà a riscattarsi nella gara interna di domani con la Galluccese. Sulle nostre pagine a parlare è il dg Gregorio Rega che si sofferma soprattutto sulla questione stadio, visto che la squadra di Roccarainola non ha ancora trovato un campo da gioco stabile dove allenarsi e disputare le gare interne: attualmente la squadra gialloblu si allena a San Vitaliano e disputerà le sue gare interne al comunale di San Paolo Bel Sito.

 Come avete condotto questo mercato, soprattutto in considerazione del ripescaggio in Prima Categoria?

“Noi abbiamo cercato di migliorare la squadra dove avevamo alcune lacune. Quest’anno purtroppo ha dovuto abbandonare il progetto Roberto Amirante, ma è stato degnamente sostituito da Umberto Nappi. Abbiamo completato la rosa con l’innesto di Fornaro, De Cristoforo, Angelo Graziano, Francesco Iorio e altri ragazzi che hanno disputato categorie superiori. Dispiace per il risultato della prima giornata, ma per l’impegno profuso non si può dire niente a questi ragazzi”.

Il Rione Fellino nella scorsa stagione ha disputato le sue gare interne al comunale di Comiziano. Quest’anno la squadra sta girovagando tra i vari campi della zona. Quanto rammarico c’è per questa brutta situazione?

“C’è ovviamente tanto rammarico per la situazione del campo sportivo: in realtà sono un po’ deluso dalle nostre istituzioni, ma non solo dal nostro comune. Lo scorso anno abbiamo disputato le gare interne a Comiziano, ma quest’anno sia per problemi burocratici e sia per colpa di persone che a mio avviso non fanno bene il loro lavoro, ci siamo ritrovati a rincorrere delle cose che poi non si sono realizzate. Più che con le istituzioni sono rammaricato col sistema in generale: sappiamo bene che ci sono dei problemi nei nostri comuni e non ci sono strutture, ma almeno quelle che ci sono facciamole funzionare. Ora il campo di Comiziano resterà chiuso ed è un vero peccato. Ora ci alleniamo a San Vitaliano e giochiamo a San Paolo Bel Sito: una situazione inaudita per una squadra di prima categoria. Noi dobbiamo ringraziare solo il presidente Caldarelli che sostiene questo progetto, e ai nostri tifosi che stanno appoggiando la nostra tessera sostenitore. Colgo l’occasione per invitare i nostri tifosi a starci vicino con quest’iniziativa: la tessera ha un costo di cinque euro, ma è importante avere l’appoggio di chi crede in questo progetto”.

Un pronostico per il match di domani con la Galluccese.

Domani non sarò allo stadio, ma spero che la squadra raccolga quantomeno un risultato positivo. Sappiamo che la Galluccesse è attrezzata per la vittoria del campionato: noi punteremo sempre a vincere, consapevoli della loro forza. La mia speranza è di poter festeggiare una vittoria”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online