giovedì, Dicembre 7, 2023
spot_imgspot_img

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

spot_img

ARTICOLI CORRELATI

Promozione, torna il derby Cicciano-Nola: le emozioni dell’ex Galluccio

CICCIANO (Saverio Quatrano) – Nel prossimo turno ritornerà al Magnotti il sentissimo derby dell’agro nolano: Cicciano- Nola. La Lega ha ufficializzato che la gara si disputerà sabato 3 ottobre alle 15,30 a Cicciano. Le due formazioni, che militano nel campionato regionale di promozione girone A, sono entrambe accreditate ad un torneo di vertice, ragion per cui il derby assume anche un valore importante per capire chi tra le due squadre può puntare fortemente al ritorno in Eccellenza.  La partita del Magnotti avrà un sapore speciale per il mister del Nola Angelantonio Galluccio, che ha guidato per ben 4 stagioni i biancorossi vincendo il campionato di promozione nel campionato 2011/2012. Alla vigilia del match col Cicciano il tecnico di Tufino, oltre ad analizzare la sfida di domenica scorsa pareggiata con la Juve Poggiomarino,ammette che non sarà una partita come le altre: “ A Cicciano 4 anni importanti, ma ora penso solo al Nola”.

 Mister, nella gara con la Juve Poggiomarino il suo Nola non si è espresso nel migliore dei modi nel primo tempo, per poi sfiorare più volte il vantaggio nella ripresa. Concorda con quest’analisi del match?

“Si in effetti nel primo tempo non abbiamo giocato come sappiamo.  Al di là di quello che dicono gli allenatori avversari, nella ripresa abbiamo sfiorato diverse volte il gol col loro portiere che ha salvato risultato con alcune parate importanti. Loro si sono chiusi cercando di portare a casa il pareggio ed il nostro portiere non è mai stato impegnato. Il calcio è fatto di episodi e a volte partite cosi si possono perdere anche all’ultimo minuto”.

Nel prossimo match affronterà il suo ex Cicciano. Reputa i biancorossi pronti per lottare per il primato?

Il Cicciano non lo scopriamo oggi: è una squadra importante che lotterà per il vertice. Andremo li cercando di fare la nostra partita, senza alcun problema”.

Dal punto di vista emotivo, Cicciano non è una gara come le altre. Come ti immagini il tuo ritorno al Magnotti?

“E’ normale che quattro anni a Cicciano non si dimenticano. Abbiamo ottenuti risultati importanti e sicuramente sarà bello ed emozionate ritornare al Magnotti. Ma nel momento in cui inizierà la gara penserò solo alla partita come giusto che sia. Affrontiamo una delle squadre più forti del girone e bisogna andare a Cicciano col chiaro intento di disputare una partita di grande qualità”.

A fine gara i tifosi del Nola hanno applaudito i tuoi calciatori, nonostante non sia arrivata la vittoria. Si è già creata la giusta sintonia tra squadra e tifosi?

“Fa estremamente piacere ricevere l’affetto dei nostri tifosi, soprattutto quando non si vince. Loro sono il nostro dodicesimo uomo in campo: sicuramente oggi potevamo fare di più nel primo tempo, ma i tifosi hanno apprezzato lo sforzo della squadra nel cercare in tutti i modi di portare a casa il risultato. Nel calcio non si possono vincere tutte le partite, ma è importante che ci sia questo connubio tra squadra e tifosi: insieme siamo più forti”.

Print Friendly, PDF & Email

I PIÙ POPOLARI

This site is protected by wp-copyrightpro.com