Appiccano il fuoco a rifiuti tessili: due arresti e tre denunce

BOSCOREALE – Cittadini stranieri sorpresi di notte in aperta campagna a bruciare rifiuti speciali pericolosi (scarti di lavorazioni tessili) ed altre 3 persone, titolari di opifici, risultate non in regola con le norme per la raccolta e lo stoccaggio dei rifiuti inerenti la particolare attività. E’ quanto scoperto dai carabinieri della compagnia di Torre Annunziata nel corso di servizi effettuati per contrastare il fenomeno del lavoro sommerso e lo sversamento illecito di rifiuti. I militari dell’arma hanno arrestato per combustione illecita di rifiuti speciali pericolosi 2 cittadini cinesi: Ren Zhizhang, 30 anni e Cheng Chun Lei, 33 anni, entrambi residenti a Boscoreale e sorpresi mentre erano intenti a scaricare da un furgone scarti di lavorazioni tessili alimentando con questi un rogo appena appiccato nelle campagne di Boscoreale. La perquisizione del mezzo con il quale erano giunti sul posto ha portato al rinvenimento e sequestro di ritagli di cartone e un accendino nonché di 34 sacchi contenenti i rifiuti pericolosi.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online