X Factor 9, vince Giò Sada. Urban Strangers secondi

MILANO – E’ Giò Sada il vincitore di X Factor 9. Secondi si sono piazzati gli Urban Strangers. Giovanni, 26 anni, è partito da Bari dove lavorava come facchino e attore ed è approdato a #XF9 riscuotendo enorme successo tra il pubblico sin dalle Audizioni. In Finale ha superato le tre manche esibendosi con Logico #1 di Cesare Cremonini, il suo inedito Il Rimpianto Di Te e The Best Of You dei The Foo Fighters. Se come ha detto Elio lo scontro finale tra il 26enne barese e il duo di Somma Vesuviana era già un po’ scritto, dopo le ultime due esibizioni in particolare scegliere chi dovesse vincere questa edizione era davvero difficile. Già dopo aver fatto vedere il suo lato romantico con l’inedito dedicato alla sua terra ‘Il rimpianto di te’, con ‘Best of you’ dei Foo Fighters ha “spaccato, ci ha messo davvero tutto” come hanno notato i giudici. Il 26enne di Bari non ha mai deluso sin dai provini, tanto da essere uno dei preferiti dai giudici, invidiato addirittura da Mika che lo avrebbe voluto l’anno scorso tra i suoi over. Rocker dal cuore tenero, l’inedito ‘Il rimpianto di te’ ne è una dimostrazione. Sa spaziare con naturalezza dal rock alle ballads, come ha dato prova durante il live dove ha emozionato tutti con una canzone di De André. Ma non sono stati da meno gli Urban Strangers che, voce e chitarra, hanno voluto riproporre ‘Oceans’ di J-Z e Frank Ocean. E questa volta, senza i problemi tecnici, la performance è stata davvero splendida con Genn che ha tirato fuori una voce incredibile, la voce del riscatto. Ciò che di loro hanno apprezzato di più i giudici, come ha detto Skin, è il fatto di avere un’identità precisa che sono riusciti a mantenere durante il talent con uno stile loro che piace al pubblico. Anche quest’anno la finale del talent targato Sky non ha deluso le 8mila persone che sono accorse al Forum di Assago per scoprire chi tra Davide, Enrica, Giò Sada e Urban Strangers avrebbe vinto. Uno spettacolo vero e proprio,una gara ma anche una festa come ha sottolineato Alessandro Cattelan, che come al solito ha tenuto perfettamente le fila della serata. Dopo l’esibizione di Michele Bravi, vincitore della settima edizione di X Factor, la serata è entrata nel vivo con Elio, Fedez, Mika e Skin che hanno cantato a turno un loro successo: ‘Born to be Abramo’, ‘Magnifico’, ‘Relax (Take it easy) e ‘I believed in you’. Subito dopo è stata la volta dei duetti con Cesare Cremonini al piano. Il primo a esibirsi in questa manche è stato proprio il vincitore che ha cantato ‘Logico’. Poi è stata la volta di Davide con ‘Mondo’ e a seguire Enrica con ‘La nuova stella di Broadway’. Ultimi gli Urban Strangers che hanno chiuso con ‘Buon viaggio’. “Piano e voce tirano fuori la vera anima del cantante”, ha affermato Cremonini. La prima a uscire è Enrica, un po’ l’outsider di questa finale. Perché se per Davide, Giò e gli Urban il posto era prenotato, per la 17enne di Terracina il traguardo era meno scontato. In tanti avrebbero scommesso sui Moseek. Subito prima del verdetto sono saliti sul palco i Coldplay: “Si respira aria frizzante”, ha detto Cattelan presentando la band che, con ironia, ha chiesto ai giudici se meritavano 4 sì per la loro esibizione. Al via la seconda manche con Davide che ha riproposto l’inedito dedicato alla sua terra, ‘My soul trigger’. Inedito che secondo Skin è il migliore di quest’anno. Non basta però, perché a questo punto è proprio il 26enne di Palermo che vive a Londra a dover abbandonare la gara, piazzandosi terzo.  Già a questo punto, le ovazioni che hanno accolto Giò Sada (prima e dopo l’esibizione) hanno fatto pensare che potesse essere proprio lui ad avere in pugno questa edizione. Per Mika è il suo l’inedito migliore. Fantastica la scenografia per Elio e le Storie tese che hanno suonato in una gigante scatola di Cacolatini (come il loro nuovo cofanetto). Interessante il duetto di Fedez e Mika che hanno proposto ‘Beautiful disaster’, brano scritto a quattro mani. Esibizione che si è conclusa, come promesso, con una specie di spogliarello. I due giudici si sono infatti tolti le magliette, mentre Elio seduto al suo posto per solidarietà si abbassava i pantaloni con Skin che tentava di coprirlo con la giacca di Fedez. Da qui la volata verso la conclusione della serata con l’esibizione degli Skunk Anansie e la proclamazione del vincitore. (adnkronos)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online