Abusato da prete che insegnò nel Nolano, vittima inizia sciopero della fame

NOLA- Vittima di abusi da parte di un sacerdote inizia sciopero della fame. L’uomo è Diego Esposito (nome di fantasia) che da alcuni anni ha denunciato di avere subito abusi sessuali da un prete napoletano che prestò servizio come insegnante nel Nolano. Da sei anni Esposito chiede “verità e giustizia” ed ha scritto anche a Papa Francesco: ciò nonostante, nulla è sinora cambiato, denuncia il giovane. Per questo ha deciso da questa mattina di iniziare lo sciopero della fame che protrarrà ad oltranza, deciso ad ottenere una risposta concreta dalla chiesa. Non è escluso che nei prossimi giorni si uniscano a questa clamorosa protesta altre vittime che fanno parte della Rete “L’abuso”, per sostenerlo e per chiedere anche loro giustizia. Molti di loro, per l’esattezza 17, tra uomini e donne, nel maggio del 2014 avevano già mandato con un video, un pesante j’accuse a papa Francesco, denunciando l’immobilismo della chiesa e delle sue gerarchie. Diego porterà avanti la sua iniziativa a Napoli presso la sua abitazione, assumerà unicamente sostanze liquide, e sarà quotidianamente sottoposto a controllo medico per accertarne lo stato psicofisico.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online