Batteri nelle bolle di sapone, scatta l’allarme

Batteri pericolosi contenuti nel sapone liquido di produzione cinese utilizzato per “sparabolle” e venduto anche in Italia, vietato dall’autorità sanitaria dopo una serie di analisi eseguite dall’Istituto Superiore di Sanità e l’allerta lanciata dal Rapex (sistema comunitario di informazione rapida sui prodotti non alimentari) il 15 gennaio 2016 al n° 11 – A12/0013/16. Il prodotto “Bubble Liquid”, non riporta codice a barre né alcuna autorizzazione da parte europea. È in una tanica di plastica da 5 litri. Questo liquido all’acqua è stato concepito appositamente per le macchine da bolle per produrre delle bolle d’aria trasparenti, per l’intrattenimento sul palco, in discoteca, per i giocattoli sparabolle o come effetto speciale, è compatibile con la maggior parte delle macchine da bolle. È proprio nel liquido la pericolosità osserva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”: le analisi hanno evidenziato una conta microbica totale aerobica superiore al valore-soglia raccomandato. Nelle analisi è stato isolato anche il microrganismo patogeno Staphylococcus warneri microrganismo opportunista patogeno che può occasionalmente causare infezioni in pazienti il cui sistema immunitario è compromesso. È dunque, spiega il ministero della Salute “evidente il rischio di acquisire infezioni in considerazione all’uso effettuato in quanto potrebbe essere inalato o venire a contatto con la pelle, mani e occhi. Il liquido è venduto spesso nei negozi cinesi e da ambulanti. Se avete questo prodotto in casa, nelle discoteche o in qualsiasi esercizio commerciale, il consiglio è quello di non usarlo più.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online