Caccia ai veicoli non assicurati e revisionati, a Cicciano in funzione l’autoscan

CICCIANO (Bianca Bianco)- Sono davvero pochi gli automobilisti ciccianesi cui è sfuggita la novità messa in campo dal Comando della Polizia locale cittadina. Da qualche giorno infatti i caschi bianchi della ex città della pasta monitorano il passaggio di auto con una speciale ‘telecamera’ posizionata sul ponte di via Madre Teresa di Calcutta. Sono stati in molti, in verità, a credere erroneamente che si trattasse di un rilevatore di velocità. Ma la posizione (ed il posto che non induce affatto a calcare il piede sull’acceleratore) hanno subito smentito l’ipotesi iniziale. In realtà si tratta di un dispositivo autoscan, entrato ufficialmente nell’equipaggiamento dei vigili urbani di Cicciano da qualche settimana e che promette di fare…strage di automobilisti. Il sistema autoscan, infatti, è un occhio elettronico che non perdona quando l’automobile non è in regola con la revisione obbligatoria o con il pagamento della polizza assicurativa. Sintetizzando il complesso sistema di rilevazione, l’autoscan può essere spiegato come un telelaser puntato verso la strada attraverso il quale si riesce a leggere la targa della vettura e quindi rilevare e identificare i veicoli non assicurati, rubati, con revisione scaduta, sottoposti a fermi amministrativo. Basta un agente di polizia locale per controllare l’autoscan, ma duecento metri distante deve esserci una pattuglia cui arrivano, in tempo reale e su un tablet, i dati relativi alla macchina non in regola e che può quindi fermare il conducente per accertarsi che effettivamente non abbia copertura assicurativa o revisione o guidi un veicolo sequestrato. Al passaggio di un veicolo “in violazione”, infatti, il sistema invia al dispositivo in dotazione alla pattuglia un allarme acustico e visivo e presenta una schermata che riporta la targa del veicolo e il fotogramma che documenta il transito. A Cicciano l’autoscan è posizionato sul ‘ponte’ ma la pattuglia cui compete il controllo è ferma dinanzi il liceo Medi. E’ quest’ultima che, concretamente, verifica i documenti e, quando necessario, commina la sanzione che va dalla multa al sequestro dell’auto e del libretto di circolazione. Il costo dell’autoscan e del tablet associato è, in media, di 9mila euro.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online