Gare di motocross nella foresta demaniale di Roccarainola, 5 denunce

ROCCARAINOLA (Nello Lauro Il Mattino) Uno sfregio alla natura. Un calcio in faccia alla natura incontaminata e alle specie protette della foresta demaniale di Roccarainola, nel parco naturale del Partenio. Nel suo bosco incantato, tra i suoi 900 ettari, cinque persone hanno organizzato gare di motocross nell’area che abbraccia le province di Napoli, Avellino, Benevento e Caserta. La clamorosa vicenda è stata scoperta dopo un periodo di indagini e appostamenti del Corpo Forestale dello Stato – comando provinciale di Napoli – in collaborazione con il Cta Vesuvio e la stazione di Roccarainola. Gli uomini identificati (sono del Casertano e del Beneventano con età compresa dai 20 ai 50 anni) sono state denunciate per introduzione abusiva nella riserva e deturpamento di bellezze naturali: il gruppo organizzava e svolgeva gare abusive di motocross con danno naturalistico e distruzione di specie arboree. La sfida – tenuta in tutti i weekend dall’inizio del 2016 – avveniva in una zona impervia raggiungibile solo i motocross, situata a 700 metri di altezza, – e consisteva in una gara di abilità e resistenza nell’arrivare in cima alla montagna senza mai fermare la corsa della moto: tutto in una zona considerata di riserva naturale e di interesse comunitario. Situazione che ha danneggiato la flora, in special modo i faggi (vecchi anche 300 anni) e il manto erboso e anche la fauna visto che i motori a scoppio spaventano lupi e poiane. La foresta ha 100mila piante come castagni, ontani napoletani, cerro, roverella, leccio, che, assieme a rosmarino, lentisco, rosa canina, ginestra e nocciolo selvatico formano uno dei vivai più belli e suggestivi della Regione. Contrariato il sindaco di Roccarainola Raffaele De Simone: “Dispiace apprendere queste notizie: con la natura non si scherza”. Il primo cittadino rilancia la proposta di partnership con la Regione per la gestione della foresta (aperta in rare occasioni): “Siamo disposti a contribuire per aprirla una volta alla settimana”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online