A Nola la Chiesa restaurerà la statua dell’eretico Giordano Bruno

NOLA- Rivincite della storia. A Nola la statua di Giordano Bruno, l’eretico arso vivo il 17 febbraio del 1600 per volere della Santa Inquisizione, sarà restaurato a spese della Curia. L’operazione, richiesta da tempo da cittadini ed associazioni per ridare luce al simulacro, avverrà nelle prossime settimane ed è stata approvata dall’ente di piazza Duomo che ha accettato l’offerta della diocesi di Nola di accollarsi le spese della riqualificazione della statua del Nolano. A presentare la proposta progettuale di restauro è stato a gennaio  l’ufficio diocesano per i beni culturali. Nel progetto si sottolinea l’importanza storica ed architettonica dell’immagine in marmo di monaco filosofo e la necessità di sottoporla a restyling perché ormai degradata dal tempo e dall’inquinamento. La statua sarà pulita e consolidata da una società di Napoli ed a spese della Curia. La statua che si trova nella piazza omonima fu realizzata dallo scultore Raffaele De Crescenzo ed inaugurata nel 1867. Un primo restauro c’è stato nel 1888 dopo atti di vandalismo che l’avevano rovinata. Altri interventi di sistemazione ci sono stati nel 1952 e nel 1960 e tra gli anni 70 ed 80.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com