Nolano, sbarca la tecnica della maniglia: derubate due donne di Cicciano

SAN VITALIANO – “Sbarca” anche nel Nolano il furto “della maniglia” già tristemente in voga a Napoli e nell’hinterland. Se ne sono accolte a loro spese madre e figlia che, uscite per fare la spesa, hanno subito il furto di una borsa e degli effetti personali per una piccola, piccolissima distrazione. Lo stratagemma utilizzato dai ladri, in questo caso, punta infatti proprio sui decimi di secondo persi dall’automobilista prima di chiudere la portiera dell’automobile elettronicamente. In pratica: il conducente scende, chiude la portiera, si allontana e spinge dopo qualche secondo sul tastino del telecomando della chiusura centralizzata. Il mariuolo, appostato a poca distanza, coglie l’attimo per tirare la maniglia dell’auto e quindi non fare entrare in funzione l’allarme. Il resto è intuibile ed è accaduto anche alle due donne di Cicciano, mamma e figlia, che si trovavano a San Vitaliano a far spesa. Proprio davanti un supermercato della cittadina hanno subito il colpo del malvivente che, proprio nella frazione di secondo in cui una delle due donne stava per spingere sul tastino, si è ‘attaccato’ alla maniglia. Approfittando della completa inconsapevolezza delle signore, entrare nel negozio a far spesa, l’ignoto ladruncolo ha razziato la borsa di una delle due portando via soldi (circa 200 euro) ed effetti personali. Uscite dal supermarket, la brutta sorpresa per madre e figlia incappate in uno dei raid che più si sta diffondendo soprattutto davanti ai supermercati della zona. Il consiglio, per tutti, è di restare nei pressi dell’auto quando si chiude la portiera anche elettronicamente.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online