Retata dei carabinieri nell’hinterland nolano: trovata arma e giubbotto antiproiettile

CASTELLO DI CISTERNA- Due arresti e 9 denunce, armi e giubbotti antiproiettile sequestrati. E’ il bilancio dell’operazione condotta dai carabinieri di Castello di Cisterna nel complesso di edilizia popolare detto “ex legge 219” e nell’hinterland nolano. Insieme ai militari del Reggimento Campania hanno arrestato un 26enne di Marigliano, Giovanni rea, raggiunto da ordine di carcerazione perché condannato ad un anno e mezzo di reclusione per rapina, e Nunzio De Falco, 27enne di Pomigliano, raggiunto da ordine di carcerazione per un furto compiuto lo scorso 21 gennaio. Entrambi sono agli arresti domiciliari, sono stati invece fotosegnalati nove stranieri, al fine di essere identificati.

Nel corso del blitz i carabinieri hanno effettuato 11 perquisizioni domiciliari, personali e veicolari e setacciato il territorio e le case di alcuni “personaggi” sospetti. Durante i controlli sono stati rinvenuti e sequestrati 10 grammi di marijuana e 15 grammi di hashish. Scovati nel garage ad uso comune di una palazzina del complesso “ex legge 219” un revolver con matricola abrasa e un giubbotto antiproiettile. Erano nascosti da cartoni, ma sono stati trovati dai carabinieri. E’ stato ritrovato anche un veicolo rubato, restituito al proprietario che ne aveva denunciato il furto.

Print Friendly, PDF & Email