Guerriglia Circumvesuviana: sassaiola e scippi contro viaggiatori

NAPOLI- Ieri mattina intorno alle 7:35, un treno della Circumvesuviana, partito da Napoli alle 7:09, tra le fermate di via Sant’Antonio e Via del Monte, nel territorio del comune di Torre del Greco, è stato oggetto di un lancio di pietre che ha provocato la frantumazione di un vetro ed il ferimento di un viaggiatore. Ieri sera, tra le 20:40 e le 21:15, su tutti e tre i treni transitati per la fermata di Napoli Gianturco, sempre della Circumvesuviana, sono stati effettuati tre scippi ai viaggiatori, il bottino è stato di uno smartphone, un tablet ed una collanina d’oro. “Oramai – dichiarano i rappresentanti del sindacato Orsa- siamo in piena emergenza sociale e il recente vertice alla Questura di Napoli tra i vertici aziendali e quelli delle forze dell’ordine ci aveva fatto sperare che qualcosa potesse cambiare, ma visti i recenti sconcertanti eventi, ci viene da pensare che, superato “l’effetto annuncio” delle iniziative, qualcosa non ha funzionato nei meccanismi di prevenzione e repressione dei reati sui (e verso) i treni, ci viene da pensare che forse le risorse messe in campo o non sono sufficienti, oppure non sono state ben distribuite ed impiegate. E mentre sui binari è emergenza quotidiana per guasti, aggressioni, atti vandalici, c’è chi, come il commissario governativo per l’eav, il dottor Pietro Voci,  invoca la precettazione dei lavoratori in caso essi dovessero manifestare o scioperare per affermare i propri diritti, a lui ed a tutti quelli che la pensano allo stesso modo, diciamo che comincino a pensare finalmente alle cose serie e concrete, comincino a pensare, “loro” che lavorano comodamente in un uffici climatizzati e protetti, alla sicurezza ed alla tranquillità delle persone che viaggiano e che lavorano sui treni, prima che avvenga qualche tragedia”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online