Lavoro nero, sospesi un negozio e due ditte con operai non regolari

CASTELLAMMARE- Servizi dei carabinieri per contrastare lavoro nero e verificare igiene e sicurezza sul lavoro: 3 titolari denunciati. I carabinieri insieme a colleghi del nucleo ispettorato del lavoro di Napoli e a personale dell’Asl na/3 hanno proceduto a controlli in 3 ditte tra Castellammare e Sant’Antonio abate nel corso di servizi per contrastare lavoro sommerso e violazioni alle normative sul lavoro. A Castellammare è stata denunciata la titolare 28enne di una rivendita di alimentari. i militari hanno accertato che aveva “a nero” un lavoratore italiano e le hanno contestato violazioni in materia di lavoro e di igiene o sicurezza comminandole sanzioni per 4.548 euro. l’attività imprenditoriale è stata sospesa. Sempre a Castellammare è stato denunciato anche il titolare 34enne di una impresa edile impegnata nella ristrutturazione di un immobile commerciale per la quale sono state accertate 2 violazioni in materia di lavoro e igiene/sicurezza e irrogate sanzioni per 1.644 euro. A Sant’Antonio Abate i carabinieri hanno denunciato la titolare 50enne di una sartoria dopo avere scoperto che teneva 6 lavoratori italiani “a nero” e accertato 7 violazioni in materia di lavoro e di igiene/sicurezza, con sanzioni per 11.000 euro. Anche in questo caso è stata disposta la sospensione dell’attività imprenditoriale.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online