Rapina automobiliste con la tecnica dell’affiancamento: in manette

CERCOLA- Attenti alle moto che vi affiancano sulla strada. Si tratta di rapinatori. A Cercola è accaduto a diversi automobilisti, i carabinieri hanno arrestato l’autore  dei colpi che in sella ad una Honda SH, affiancava le auto e infrangeva il finestrino della vettura finita nel mirino. E’ avvenuto almeno in due episodi. L’arrestato è Enrico Benvenuto, napoletano di 42 anni, che secondo i carabinieri lo scorso ottobre aveva affiancato l’auto di una 32enne e dopo avere infranto il finestrino lato passeggero con un casco aveva rubato la borsa della donna posata sul sedile, con all’interno denaro, documenti e effetti personali. Era successo lungo il corso Ricciardi di Cercola. Ricevuta la denuncia i carabinieri della tenenza di Cercola hanno avviato le indagini e lo scorso mese di gennaio all’interno del carcere di Poggioreale hanno notificato a Benvenuto un’ordinanza di applicazione di custodia cautelare per furto aggravato. La misura è stata emessa dal  gip del tribunale di Nola che ha concordato con i risultati investigativi dei carabinieri di Cercola: in particolare il ladro era stato riconosciuto dalla vittima in sede di individuazione fotografica. Ma i carabinieri non si sono accontentati. Hanno proseguito le indagini, prendendo in esame gli ultimi fatti criminosi consumati con lo stesso modus operandi ed è venuto fuori un altro furto, identico al primo. Il 28 luglio 2015 Benvenuto ancora una volta aveva affiancato la macchina di un 34enne che transitava per il centro cercolese e dopo averle mandato il vetro in frantumi era fuggito via con la borsa della donna e i 150 euro che la poverina aveva appena prelevato in banca. Così stamane i carabinieri della tenenza hanno notificato all’uomo  una seconda ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal tribunale del riesame di Napoli.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online