Devastano una scuola in cerca di computer: arrestati 4 minorenni a Napoli

NAPOLI – Su segnalazione di un cittadino che questa notte aveva notato movimenti sospetti nella scuola dell’infanzia e primaria “russo e montale” del vico Santa Margherita a Fonseca, i carabinieri della stazione stella e della compagnia d’intervento operativo del reggimento Campania sono intervenuti d’urgenza nell’istituto scolastico arrestando per furto aggravato e per danneggiamento in concorso 4 minorenni di età compresa tra i 15 e i 17 anni, tutti incensurati.
Appena fatta irruzione nella scuola i militari l’hanno sottoposta a un accurato sopralluogo sorprendendo i minori nascosti sotto alcuni tavoli al terzo piano dell’edificio. Subito dopo i militari dell’arma hanno accertato che i 4 si erano introdotti nella scuola mediante l’effrazione di una porta secondaria e (dopo aver divelto le telecamere di videosorveglianza) avevano messo sottosopra aule e uffici perpetrando atti vandalici contro l’infrastruttura scolastica (in particolare porte e finestre) e contro gli arredi, alla ricerca delle chiavi della cassaforte contenente apparati informatici. Nella fase iniziale del raid erano riusciti a rubare circa 70 euro in banconote e monetine, rubandoli dalla segreteria e dal distributore di bevande e snack. Rinvenuti e sequestrati attrezzi da scasso (un piede di porco, una chiave inglese, un coltello a scatto, un trapano). Dopo le formalità di rito gli arrestati sono stati portati nel centro di prima accoglienza di viale Colli Aminei.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online