Baiano: operaio cade da scala durante lavori in appartamento

BAIANO (Il Mattino)- Cade dalla scala e si frattura la testa. Versa in condizioni serie, ma non è in pericolo di vita, l’operaio che all’inizio di maggio è rimasto coinvolto in un incidente sul lavoro a Baiano. A quindici giorni dai fatti i carabinieri hanno denunciato il datore di lavoro per lesioni colpose: dopo avere constatato la dinamica dei fatti ed ascoltato diversi testimoni il deferimento dell’imprenditore è stato automatico avendo per gli inquirenti disatteso alla normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. L’incidente sul lavoro si è verificato lo scorso  tre maggio: secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma l’operaio, un 45enne di Sperone, stava effettuando dei lavori di edilizia all’interno di un appartamento privato a Baiano. Si tratta di un lavoratore esperto e non certo alle prime armi, ciò nonostante nel corso della mattinata, dopo essere salito su una scala, avrebbe perso l’equilibrio rovinando in maniera scomposta a terra. Una bruttissima caduta dopo la quale il quarantacinquenne ha riportato un profondo trauma cranico ed altre lesioni su tutto il corpo. Sul posto, chiamati dagli stessi colleghi di lavoro del malcapitato, sono giunti i sanitari del 118 che hanno trasferito il lavoratore all’ospedale “Santa Maria della Pietà” di Nola dove i medici, accertate le gravi condizioni del ferito, hanno disposto il trasferimento al Policlinico di Napoli. Le condizioni dell’operaio sono tenute sotto stretta osservazione dai medici ma sono in via di netto recupero. Presso l’appartamento in cui si è verificato l’incidente i carabinieri di Baiano hanno effettuato un sopralluogo dal quale è emerso che l’operaio, risultato regolarmente assunto ed in regola con la posizione contributiva, lavorava però in condizioni non a norma di legge per quanto concerne la sicurezza sui luoghi di lavoro. In particolare non sarebbero state adottate le necessarie misure di sicurezza per le opere compiute ad una certa altezza e con l’utilizzo di una scala. A confermare la dinamica dei fatti anche le persone presenti quando si è verificato l’infortunio. Ieri, a conclusione delle indagini per le quali è stato aperto un fascicolo di indagine da parte della Procura della Repubblica di Avellino, è stato denunciato con l’accusa di lesioni colpose, conseguenti il mancato rispetto delle leggi sulla sicurezza dei lavoratori, l’imprenditore titolare della ditta che stava effettuando i lavori. Si tratta dell’ennesimo incidente sul lavoro in Irpinia dall’inizio dell’anno, una piaga su cui i sindacati chiedono più attenzione alle istituzioni. Dall’inizio dell’anno in Irpinia si sono registrati due decessi di operai impegnati nelle loro attività. Lo scorso 28 aprile, giornata mondiale per la sicurezza sul lavoro, l’Inail ha annunciato di avere stanziato 276 milioni per la prevenzione degli infortuni con incentivi anche alle piccole imprese, quelle in cui, per carenza di mezzi o abitudine, la sicurezza è presa sotto gamba.
Print Friendly, PDF & Email



Utenti online