Camorra e politica: arrestato ex sindaco di Grazzanise

CASERTA- Sei persone in carcere e due agli arresti domiciliari: è il bilancio dell’operazione dei carabinieri che da questa mattina stanno eseguendo i provvedimenti richiesti dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere. Tra gli arrestati ci sono anche l’ex sindaco Enrico Parente e l’attuale responsabile dell’ufficio tecnico del Comune di Grazzanise ed alcuni imprenditori casertani. L’ordinanza è stata emessa dall’Ufficio GIP del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, ritenuti responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, turbata libertà degli incanti, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, intestazione fittizia di beni e reati in materia di armi, tutti con l’aggravante del metodo mafioso. In particolare, le indagini hanno consentito, tra l’altro, di acclarare per gli anni 2008 e 2009, presunte infiltrazioni della criminalità organizzata nel Comune di Grazzanise e rapporti che secondo gli inquirenti sarebbero stati intrattenuti dall’allora primo cittadino, con soggetti legati al clan “dei Casalesi”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online