Le Aquile Antincendio hanno una nuova coordinatrice

giardino_aquileforino

Laura Giardino

FORINO- Il Gruppo di volontari della Protezione Civile di Forino Nucleo Operativo “Aquile Antincendio” avrà un nuovo coordinatore: dal primo luglio, infatti, sarà Laura Giardino a ricoprire questa importante carica in una delle associazioni più importanti nel territorio di Forino.  La Giardino succede quindi, in questa carica triennale, a Francesco Della Sala, non ricandidatosi per motivi lavorativi. La cerimonia di passaggio di testimone ci sarà giovedì 30 giugno, presso la sala consiliare del Comune di Forino, dove il sindaco Pasquale Nunziata, presidente della stessa associazione, nominerà il nuovo coordinatore per i prossimi tre anni. Questo il commento dell’ormai ex coordinatore Francesco Della Sala: “Nella speranza che la disponibilità e i mezzi a favore delle necessità e per le emergenze della collettività siano sempre maggiori ed ottimali, non posso che dare a Laura il mio più grande in bocca al lupo per l’inizio di questa nuova avventura. Sono sicuro che lei potrà far raggiungere lodevoli risultati a questo gruppo di volontari che in tutti questi anni si è distinto come associazione a forte impatto sul territorio. Negli ultimi anni, soprattutto, l’associazione ha registrato una importante crescita, soprattutto in merito a nuove specializzazioni con formazione specifica, come abilitazioni antincendio rischio elevato, operatori grandi eventi e manifestazioni, dissesto idrogeologico. C’è stata, poi, un’ultima abilitazione che, difatti, riconosce il nostro gruppo come associazione da soccorso a carattere nazionale, ovvero la specializzazione di “Soccorritore in ambiente fluviale e alluvionale e conduttore Raft da soccorso”, conseguita dal gruppo di volontari con la Scuola Nazionale di formazione “Rescue Project” presso il fiume laziale Aniene a Subiaco. Ovviamente, tale specializzazione comportava poi obbligatoriamente attrezzarsi in merito ed è per questo che l’associazione si è autotassata per l’acquisto di dispositivi di protezione individuali (dpi) indispensabili per operare in ambiente acquatico, come muta, elmetto, idrocostume, raft, ecc.., per un costo complessivo di 6.008,21 €. Questa quota potrebbe poi essere finanziata dal Comune tramite progetto regionale e in quel caso, tali fondi saranno reinvestiti per far combattere le consuete emergenze idrogeologiche del nostro territorio comunale”. Sempre attivo, quindi, il gruppo comunale di Protezione Civile che, con la nuova coordinatrice Giardino, continuerà nella sua opera seria ed importante, sempre a servizio dei cittadini.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com