Camposano, Barbato sindaco per un pugno di voti

CAMPOSANO- Una manciata di voti in più incoronano Francesco Barbato di “Risorge Camposano” sindaco di Camposano. L’ex deputato dell’Italia dei Valori, già primo cittadino nei primi anni Duemila, ha battuto il sindaco uscente Giuseppe Barbati di “Camposano vince” per appena 52 voti. Questi infatti i dati ufficiali confermati dalla Prefettura: Barbato ha ottenuto 1901 preferenze (il 50, 69%), il rivale si è fermato a 1848 (49,30%). Una lotta all’ultimo voto, quella tra i due candidati, testa a testa durante tutta la notte dello spoglio elettorale.

La notte ha regalato due nuovi sindaci (che poi sono gli uscenti) anche nelle vicine Avella e Sperone. Avella riconferma alla guida del paese con un plebiscito Domenico Biancardi (per lui 3.432 preferenze contro i 1665 per Chiara Cacace di “Cambia Avella” e 312 per Biagio Morelli del “Movimento Cinque Stelle”). A Sperone secondo mandato anche per Marco Alaia. Per lu e la storica lista Orologio 1567 preferenze contro le 993 a cui si è fermata la “Colomba” di Antonio Venezia. Otto voti appena per “Insieme per il bene di Sperone” di Tommaso Paolo Canonico.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online