Giglio d’oro e d’argento: Nola premia chi la ama anche se lontano

Ritorna il tradizionale appuntamento con il “Giglio d’oro e d’argento”, il riconoscimento promosso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Geremia Biancardi rivolto ai nolani che non vivono più in Città.
Nello specifico il Giglio d’Oro è destinato al nolano che da più tempo risiede in un paese estero e che raggiunge Nola in occasione della Festa di San Paolino, mentre il giglio d’argento sarà assegnato al nolano che da più tempo risiede in qualunque città dell’Italia e che ritorna appositamente per la ballata dei Gigli.
Per la partecipazione all’assegnazione del Giglio d’Oro è richiesta la presentazione di apposita domanda in carta semplice corredata da certificato di nascita del partecipante, biglietto di viaggio, carta di soggiorno o altro documento comprovante il periodo di residenza all’estero. È necessaria, inoltre, l’autocertificazione, così come per legge, attestante lo stato di famiglia ed il certificato di immigrazione rilasciato dal Comune di Nola.
Per la partecipazione all’assegnazione del Giglio d’Argento è richiesta la presentazione di un’apposita domanda in carta semplice corredata da certificato di nascita e di residenza del concorrente. Quest’ultimo dovrà indicare specificamente la data dalla quale risiede nel comune di provenienza. È necessaria, inoltre, l’autocertificazione, così come per legge, attestante lo stato di famiglia.

I nolani premiati non potranno partecipare al premio per gli anni successivi. Tale limitazione è estesa a tutti i componenti del nucleo familiare del vincitore.  Le domande di partecipazione dovranno pervenire, munite di apposito protocollo, presso gli uffici dell’assessorato ai beni culturali del Comune di Nola,  entro le ore 12 di sabato 25 giugno.  La cerimonia di consegna dei premi si terrà alle 22 di sabato in piazza Duomo durante la sfilata dei Comitati.


Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com