Liveri, bimbo azzannato da cane: caccia al padrone del rottweiler

LIVERI- Brutta avventura per un bambino di sette anni residente a Liveri. Il piccolo venerdì si trovava in sella alla propria bici in via Gaudiello, traversa di via Provinciale, quando è stato azzannato da un rottweiler. L’animale, in quel momento incustodito, lo ha attaccato alla gamba, al braccio ed al torace e solo il provvidenziale intervento di alcune persone ha forse evitato la tragedia. Il bimbo, svenuto in un lago di sangue, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale “Santa Maria della Pietà” di Nola per poi essere trasferito all’ospedale “Santobono” in via precauzionale. Nonostante il tanto sangue perso, infatti, le condizioni del bi,bo sono apparse non gravi sin dall’inizio ed i sanitari, pur decidendo di tenerlo ancora sotto osservazione per eseguire analisi ed accertamenti, hanno emesso una prognosi di dieci giorni. Stando alla ricostruzione dei carabinieri della stazione di San Paolo Bel Sito, il cane era incustodito quando ha azzannato il bambino e in queste ore si sta indagando per verificare se appartenga a qualcuno e di chi siano eventuali responsabilità sull’accaduto. I carabinieri della Compagnia di Nola, diretta dal maggiore Michele Capurso, hanno disposto che il cane fosse accalappiato, dull’animale saranno effettuate analisi per verificare se sia malato. In paese tanto dolore ma anche sconcerto per una tragedia evitata solo grazie alla buona sorte. Una vicenda su cui è intervenuto il sindaco Raffaele Coppola chiedendo collaborazione ai cittadini: “Un rottweiler con chip non può essere considerato un cane Randagio ed invito tutti, soliti perbenisti o speculatori compresi, a rompere il muro di omertá ed aiutarci ad individuare i responsabili. Noi ci costituiremo accanto alla famiglia e saremo i primi a denunciare”.


Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com