Galleria commerciale nella Caserma del 48: scatta il ricorso al Tar

NOLA- Ricorso al Tar contro il cambio di destinazione d’uso della caserma Cesare Battisti di Nola. La decisione è stata comunicata dall’associazione dei commercianti, l’Aicast, che intende impugnare la delibera consiliare numero 10 dello scorso 5 aprile con cui si è approvata la variante urbanistica dell’area su cui si trova la caserma “del 48”, oggi di proprietà del demanio. Con la variante il Comune di Nola ha cambiato la destinazione d’uso da categoria H a categoria G, cioè da attrezzature pubbliche di interesse comunale ad attrezzature di interesse collettivo. Un cambio che potrebbe comportare la trasformazione della caserma anche in galleria commerciale. “La modifica di destinazione d’uso e la riqualificazione- spiegano i componenti dell’Aicast- non potevano essere oggetto di una semplice variante al Piano regolatore generale ma dovevano rientrare nell’ambito di un progetto programma già definito dall’ente locale. Soprattutto se si considera che di concerno con l’associazione costruttori edili napoletani il Comune aveva già pronto da dicembre 2015 un progetto edilizio di riqualificazione dell’area coperta della caserma che prevede, su complessivi 25mila metri quadrati, la destinazione a commercio, artigianato, ristoro e strutture alberghiere e ricettive di ben 13mila metri quadrati”. Nello studio, afferma l’Aicast, non sono stati approfonditi alcuni aspetti fondamentali per comprendere la situazione di servizi e negozi in città e “la variazione di destinazione d’uso è stata approvata in assenza di una analisi di questo tipo, di informazione e di partecipazione” dei cittadini.

Print Friendly, PDF & Email

TAG


Utenti online