Asilo incendiato, al via i lavori dopo le fiamme

CICCIANO- Sono già partiti i primi lavori presso l’asilo comunale del plesso “Basile” di via Roccarainola. La scuola due settimane fa è stata gravemente danneggiata dal raid incendiario di un quindicenne poi denunciato dai carabinieri che, armato di un semplice accendino e della voglia di distruggere quelle aule, stava per mandare letteralmente in fumo tutto il lavoro di Comune, maestre, genitori per rendere bella e accogliente la scuola materna. Lavori che erano stati completati da poco. La stima dei danni è ad oggi di 25mila euro, bisogna ritinteggiare, cambiare delle suppellettili, controllare gli impianti. Spese che saranno coperte dall’assicurazione stipulata dall’ente di corso Garibaldi proprio per eventualità come incendi all’edificio. Il Comune di Cicciano non si costituirà contro il quindicenne denunciato. Il giovanissimo piromane di Avella appiccò le fiamme in pieno giorno dopo essere penetrato nella struttura dall’entrata posteriore ed essersi intrufolato nell’aula delle maestre. E’ riuscito ad avviare il rogo accatastando documenti e risme di carta. Dopo il raird si era messo all’esterno ad osservare le lingue di fuoco che divoravano tutto, e proprio “grazie” a questo atteggiamento strano ed imprudente è stato notato e poi portato in caserma dai carabinieri. Dopo la confessione è scattata la denuncia alla procura per i minori che ha aperto un fascicolo sulla vicenda. Il ragazzo, che da qualche mese aveva abbandonato gli studi, ad aprile aveva appiccato il fuoco nella sua ex scuola, l’istituto “Ambrogio Leone” di Nola.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online