Finte esportazioni all’estero per non pagare l’assicurazione, 76 denunciati

NAPOLI- I carabinieri hanno condotto una serie di controlli sui veicoli di nazionalità straniera circolanti a Napoli accertando numerosi illeciti penali, amministrativi e il mancato pagamento di tasse automobilistiche e dazi doganali da parte dei conducenti di veicoli con targa straniera.

In particolare, gli oltre 500 controlli alla circolazione stradale effettuati dai carabinieri hanno consentito di accertare che numerosi veicoli, dopo essere stati fittiziamente dichiarati cessati dalla circolazione per l’esportazione all’estero o rottamati dai precedenti proprietari di nazionalità italiana, continuavano a circolare nel territorio nazionale con targhe e documenti esteri contraffatti.

I militari, incrociando i dati informativi provenienti dal pubblico registro automobilistico di Napoli, dall’Uci (ufficio centrale italiano per le assicurazioni internazionali) e dall’ interpol, hanno accertato complessivamente  126 violazioni penali, procedendo alla denuncia in stato di libertà di 76 persone di cui  69 stranieri per reati di ricettazione, riciclaggio, uso di atto falso, contrabbando, soppressione di targhe, violazione degli obblighi di custodia ed altro, procedendo al sequestro di 68 veicoli. In alcuni casi, i veicoli stranieri erano condotti da cittadini italiani che, attraverso lo stratagemma della cessazione del veicolo per esportazione e la fittizia re-immatricolazione in uno stato straniero, continuavano a circolare in territorio nazionale eludendo le normative tributarie sul possesso dei veicoli, assicurandosi l’impunità in caso di violazioni alle norme del codice della strada nonché eludendo l’obbligo di assicurazione rca attraverso il ricorso a compagnie assicurative estere inesistenti.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com