Incendio Paenzano 2 causato da rogo agricolo: 800mila euro i danni

TUFINO- Un cumulo di sterpaglie, rami,foglie secche e chissà cos’altro “appoggiato” alla recinzione che delimita l’ex discarica Paenzano 2. Un rogo che doveva essere circoscritto e controllato ma  propagatosi fino a sconfinare nel vicino sito e distruggere l’impianto di captazione di biogas. Ottocentomila euro di danni “per colpa” di un rogo agricolo. E’ questa la prima e più convincente ricostruzione di quanto avvenuto ieri nell’area della ex discarica Paenzano 2, nel Comune di Tufino ed al confine con Casamarciano e Visciano. Una zona già martoriata da decenni di emergenze ambientali. Stando a quanto emerso dall’analisi della dinamica degli eventi, a scatenare l’incendio sarebbe stato proprio un rogo agricolo, un falò di residui vegetali ed agricoli che dovrebbero essere banditi in base al decreto dirigenziale regionale che li vieta sino al 20 settembre. Il cumulo è stato però ammassato troppo vicino alla recinzione della discarica chiusa da almeno quindici anni, e le lingue di fuoco hanno avuto gioco facile, vista anche la mancanza di sistemi di sicurezza e la presenza di fogliame, ad aggredire l’impianto di captazione di biogas e letteralmente distruggerlo. Ieri oggi ci sono stati sopralluoghi dei tecnici per verificare la portata del danno,da una prima stima molto ingente. Nei prossimi giorni partiranno le denunce per risalire all’autore dell’incendio.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online