Nola, chiude sportello Gori. Ambrosino: inaccettabile

NOLA – Da lunedì 22 agosto non è più operativo lo sportello della Gori Spa di Nola, l’azienda  che gestisce il servizio idrico integrato dell’Ambito Distrettuale Ato3 Sarnese-Vesuviano della Regione Campania. A comunicarlo la stessa società, con una nota pubblicata sul proprio sito web. Nel comunicato si legge che, in seguito a tale chiusura, gli utenti potranno recarsi presso lo sportello di Pomigliano d’Arco (via Trieste, ex via Vesuviana) aperto il martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 8:30 alle 16:30,  oppure presso lo sportello di Nocera Inferiore, in via Napoli, 55 – aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle 16:30 ed il sabato dalle ore 9:00 alle 13:00, o ancora  collegandosi allo sportello online presente sul sito web Gori. Ad adoperarsi per evitare la chiusura dell’ufficio nolano è il vicesindaco di Saviano, Antonio Ambrosino, che ieri mattina ha protocollato una missiva indirizzata al direttivo della Gori, nella quale si invitano i vertici societari ad attivarsi per organizzare un tavolo di concertazione con tutte le amministrazioni comunali del territorio.

“La presenza di un unico sportello nel territorio nolano – dice Ambrosino – era di per sé, già motivo di disagi e gravi difficoltà per gli utenti, in particolar modo per le fasce deboli (disabili, anziani, etc.). Eliminarlo definitivamente rappresenta l’ulteriore riprova del disinteresse della Gori verso i contribuenti dei Comuni dell’hinterland nolano.” “Con disappunto e stupore – aggiunge  Ambrosino – apprendiamo, per altro, per vie informali e senza adeguata informazione e consultazione preventiva, che la Gori avrebbe intenzione di chiudere definitivamente il “punto di contatto – sportello commerciale” riservato all’utenza dell’area nolana, attivo fino a qualche giorno fa a Nola in via dei Cipressi, 13″. “E’ inimmaginabile – conclude il vicesindaco di Saviano – che un’area comprendente 18 comuni, estesa su una superficie di 185 chilometri quadrati e popolata da 167mila abitanti, venga privata dell’unico sportello aperto al pubblico tra chi fornisce un servizio essenziale ed i cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online