Tufino, bimbo resta incastrato con il dito nella panchina

TUFINO- Una disavventura a lieto fine ha movimentato l’attesissimo concerto di Raf in piazza Gragnano. Un evento musicale cui hanno partecipato in tantissimi, ma a catalizzare l’attenzione e la tensione dei presenti alla fine è stato l’incidente capitato ad un bambino che, insieme ai genitori, attendeva l’inizio dello show dell’artista pugliese. Il giovanissimo fan stava giocando tranquillamente sotto l’occhio vigile di mamma e papà quando si è seduto su una panchina retrostante il palco, una panchina in ferro battuto da sempre in piazza. Il giovanissimo ha però infilato il dito in uno dei fori della panca restando incastrato. Tanta paura per lui ed i genitori che, dopo i primi tentativi di liberare la manina del figlio, hanno deciso di chiamare i vigili del fuoco del distaccamento di Nola. I pompieri, aiutati da carabinieri, protezione civile, vigili urbani e tecnici che avevano montato palco di Raf, hanno lavorato per ben tre ore (dalle 21 all’una meno un quarto) per liberare il ditino del piccolo. Un lavoro difficile per evitare ferite al bimbo, terminato tra gli applausi dei tanti cittadini che hanno assistito alle operazioni mentre a pochi metri di distanza Raf cantava i suoi successi. Il bambino ed i suoi genitori hanno infine abbracciato, commossi, quanti li avevano aiutati a restare sereni e calmi, in primis in vigili del fuoco che con grande professionalità ed attenzione hanno operato senza mancare di sorridere e fare battute col piccolo protagonista di una serata molto particolare.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online