Brucia rifiuti speciali nel campo rom, arrestata dai carabinieri

GIUGLIANO – I carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania hanno effettuato servizi di controllo del territorio predisposti per contrastare reati ambientali nei pressi e all’interno dei campi nomadi di Giugliano e Qualiano. E’ stata arrestata per combustione illecita di rifiuti, allestimento abusivo di discarica e stoccaggio illecito di rifiuti pericolosi una 66enne originaria del Montenegro e domiciliata nel campo nomadi di Qualiano sulla Circumvallazione Esterna. La donna è stata sorpresa nei pressi della sua baracca nel campo rom mentre incendiava un cumulo di rifiuti speciali e non (materiale plastico, metalli misti (tra i quali rame), legno trattato e altro stoccati e illegalmente cumulo, di ben 4 metri cubi. È stato chiesto l’intervento sul posto dell’Arpac per la caratterizzazione del materiale e l’area è stata sottoposta a sequestro.
Nel contesto operativo sono state attivate le procedure per la rimozione di altri cumuli di rifiuti presenti in altri campi rom, per scongiurare eventuali nuovi incendi e bonificare le aree interessate. L’arrestata è in attesa di rito direttissimo.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com