Scoperto deposito dell’ecstasy della camorra

NAPOLI- Scoperto il deposito del fornitore delle “piazze di spaccio”, carabinieri arrestano il trafficante. Rinvenuto “pizzino” con le ordinazioni di droga della varie “piazze”. Tra i rinvenimenti anche ecstasy, la micidiale droga sintetica ricavata in laboratorio, sfumati affari della mala per oltre 2 milioni di euro.
Droga di tutti i tipi, in involucri di plastica sigillati, pronta per essere consegnata per lo smercio ai “capi piazza” dell’area nord di Napoli.
Nel box a Scampia di un 51enne i carabinieri hanno sequestrato 9 kg di eroina e 2 di cocaina, entrambe con elevatissimo grado di purezza, 28 kg di hashish, oltre 2 kg di marijuana. Stavolta trovati e sequestrati anche ben 4 chilogrammi di ecstasy pura, in polvere, uno stupefacente che di solito non viene smerciato sulle “piazze di spaccio” ma che ha come punti di cessione le discoteche e i luoghi di aggregazione giovanile.
La scoperta è dei carabinieri del nucleo operativo della compagnia Stella che hanno arrestato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio aggravata Pasquale Tavano, un 51enne. i militari dell’Arma sono riusciti a bloccarlo mentre prelevava una parte della droga dal suo box nei sotterranei di un residence al confine tra scampia e melito di napoli.
Si stima che la cessione al dettaglio sul mercato delle “piazze di spaccio” dell’area nord del capoluogo campano e nei pressi delle discoteche avrebbe potuto fruttare oltre 2 milioni di euro. Dopo le formalità di rito in caserma Tavano è stato tradotto nel centro penitenziario di secondigliano.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online