Opifici sporchi e lavoratori a nero: chiuse 8 attività nel Vesuviano, denunciati i titolari

TORRE ANNUNZIATA  – Giro di vite dei carabinieri della compagnia di Torre Annunziata che hanno effettuato diversi controlli in vari opifici nel Vesuviano. I militari, durante l’operazione denominata Terra dei Fuochi, hanno scoperto a Terzigno 2 opifici carenti dal punto di vista dell’igiene e della sicurezza: vi venivano impiegati 7 lavoratori a nero, alcuni in stato di clandestinità. Mancante in un caso il formulario per lo smaltimento dei rifiuti. Sono state sequestrate le attività e denunciati i titolari: un cinese 40enne e un bengalese di 32 anni; A Boscoreale sequestrati altri 2 opifici: in uno, il titolare bengalese impiegava 5 lavoratori a nero e clandestini, nell’altro, una cinese 37enne e una 45enne di Boscoreale denunciate per violazioni della normativa su di igiene e sicurezza. A Ottaviano scoperto un opificio non in regola in materia di sicurezza sul lavoro e smaltimento dei rifiuti, che impiegava 4 lavoratori a nero e clandestini. In secondo opificio un 69enne del luogo impiegava 8 lavoratori a nero.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com