Usura ed estorsione, quattro arresti nel Casertano

CASERTA – Quattro persone sono state arrestate dai carabinieri di Macerata Campania su ordine del Gip del Tribunale di Napoli per usura ed estorsione. Tra gli episodi emersi, quello riguardante l’indagato di 54 anni Luigi Noia, finito in carcere, che secondo la Dda di Napoli (sostituto Alessandro D’Alessio) avrebbe avvicinato tre sue vittime di usura che avevano già denunciato e fatto partire un procedimento penale presso la Procura di Santa Maria Capua Vetere costringendole a chiedere una risarcimento del danno di circa mille euro e a consegnargli la somma così ottenuta. Con Noia sono stati arrestati, ma posti ai domiciliari, anche il 45enne Michele Mastroianni, il 41enne Luigi Lazzerotti e il 56enne Silverio D’Aria. Tra le vittime di usura il titolare di un’azienda di onoranze funebri che a fronte di un prestito non alto, ha dovuto restituire agli indagati favori e somme mensili maggiorate con interessi del 10%, fino ad essere costretto a far entrare nella propria compagine societaria la moglie del 45enne Mastroianni. L’indagine, effettuata dai carabinieri guidati dal tenente Emanuele Macrì, è partita dal ritrovamento presso la casa di uno degli indagati di un «libro mastro» con i nomi degli imprenditori vittime di usura o sotto estorsione e le somme da restituire.

Print Friendly, PDF & Email