Avella, sequestrati 30 chilogrammi di botti illegali

AVELLA-Con l’approssimarsi delle feste di fine anno si verifica il maggior numero di incidenti, talvolta mortali, provocati dall’abitudine di accendere petardi e fuochi d’artificio anche illegali. Per contenere il numero di vittime di questo tipo di incidenti, ogni anno l’Arma dei Carabinieri promuove una campagna di sensibilizzazione e informazione rivolta soprattutto ai più giovani, ma non solo.

I Carabinieri della Compagnia di Baiano, nel corso di appositi servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati inerenti le materie esplodenti e fabbricazione illegale di articoli pirotecnici, intensificati soprattutto in prossimità della festività di capodanno, hanno denunciato  un 70enne del posto, ritenuto responsabile di fabbricazione abusiva ed omessa denuncia di materie esplodenti.

In particolare i militari della Stazione di Avella, a seguito di diverse attività di osservazione e pedinamento,hanno effettuato una perquisizione presso l’abitazione del soggetto suindicato, rinvenendo all’interno di uno scantinato vari artifizi pirotecnici, in particolare bombe carta di elevato livello di pericolosità in considerazione della potenza esplosiva capace di sprigionare nonché materiale vario necessario per il confezionamento di altri articoli dello stesso genere. Il tutto detenuto dall’anziano in spregio alle più elementari norme di sicurezza, determinando così pericolo per la propria ed altrui incolumità, dato l’effetto deflagrante micidiale che ne poteva scaturire.

Il 70enne, sprovvisto di qualsiasi necessaria autorizzazione di polizia, è stato quindi deferito. Non si esclude che il materiale sequestrato, per un peso complessivo di circa 30 kg, fosse destinato alla vendita illegale in zona, in occasione dei festeggiamenti di capodanno.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online