Cicciano, al Magnotti arriva il San Vitaliano. Mister Peluso: gara insidiosa

CICCIANO – Sabato pomeriggio al “Magnotti” il Cicciano sarà impegnato nel derby col San Vitaliano degli ex Montagnolo e Pastore. A due giornate dal termine del girone d’andata del campionato di Promozione i biancorossi sono secondi ad una sola lunghezza dal Casoria capolista mentre il San Vitaliano è nono con 16 punti. Mister Peluso analizza la sfida col San Vitaliano e mette in guardia i suoi: “Hanno giocatori importanti, sarà una gara insidiosa”.

Mister, per la seconda volta consecutiva una vittoria in trasferta col risultato di uno a zero. Una sua analisi del match.

Sì, 1-0 e partita interpretata nel modo giusto con acume tattico e grande solidità. Abbiamo iniziato la gara creando subito due palle gol e nel secondo tempo siamo stati accorti e pronti a colpire nel momento migliore con Cerrato che rappresenta un valore aggiunto e che sa sfruttare l’enorme lavoro che i suoi compagni svolgono”.

Questa col Goti è una vittoria che vale tanto, perché ottenuta in casa di una squadra molto competitiva. Si può dire che puntate al primato?

Abbiamo vinto su un campo ostico come quello del Goti. E’ un risultato che ci fa consolidare nei piani alti della classifica. Puntiamo a far bene e non nascondiamo le nostre ambizioni in un campionato molto equilibrato con squadre che si sono rafforzate sul mercato come Albanova e Casoria”.

La prossima gara vedrà il suo Cicciano affrontare al Magnotti gli ex Montagnolo e Pastore. Che gara si aspetta? E soprattutto, che effetto fa ritrovare due ex attaccanti della scorsa stagione?

Gara insidiosa quella col San Vitaliano che annovera giocatori importanti. Giocheremo al massimo delle nostre forze rispettando il nostro avversario. Montagnolo è un attaccante giovane molto forte di sicuro avvenire che sta facendo grandi cose. Pastore non si discute, un lusso per questa categoria. Sono due ex a cui la piazza di Cicciano deve molto, visto che i due hanno sempre onorato la maglia biancorossa. Per me sarà emozionate poterli abbracciare”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online